Categoria: Mostre

Sulla pelle: Tiina Rajakallio

Mostra dell’artista del gioiello Tiina Rajakallio.
Il punto di partenza di Rajakallio è la ricerca di uno stile personale e di un modo di utilizzare la tecnica dell’intarsio in gioielleria, combinarlo con altre tecniche e osservare come le proprie opere si collocano nella lunga storia di questa tradizione. L’intarsio è un metodo tradizionalmente utilizzato per i mobili e per la decorazione delle stanze e si realizza con pezzi di legno di forme, tipologie e colori diversi che accostati formano un’immagine a mosaico.

Le opere in mostra sono tavole illustrate che puoi portare con te o indossare. La maggior parte sono ciondoli o spille. I ciondoli hanno semplici anelli d’argento sul retro e possono essere appesi al collo con un nastro. Le spille hanno il meccanismo sul retro per puntarle ai vestiti.
Rajakallio ha realizzato gran parte delle opere con un coltello affilato con cui ha tagliato piccoli pezzi di legno da affiancare uno all´altro per creare le immagini desiderate. Alcune opere, oltre all´intarsio, presentano incisioni e pittura su legno. La mostra include anche alcune opere scolpite e opere realizzate all’uncinetto.
I lavori sono stati realizzati nel 2021-2022. Il Comitato Centrale delle Arti ha finanziato il lavoro di Rajakallio durante questo viaggio.

La mostra resterà in esposizione fino al 24 settembre.

La condizione umana

Mostra personale di
Sanja Jovic
Le opere in mostra sono incentrate sulla condizione umana e le sue molteplici sfaccettature, sia a livello macro sia a quello micro, come se fosse una sindrome. A prima vista la polarità di queste condizioni è insopportabile, tuttavia infine prendiamo consapevolezza che è un percorso inevitabile per la riuscita della trasformazione e dell’evoluzione. L’unica soluzione consiste nel non smettere mai la ricerca, perché, seppure Philip Dick lo faccia accadere nel suo libro Valis, trovare Dio non ci da il diritto di tenerlo per sempre.

La sua arte alla ricerca della bellezza e della propria autenticità nella contemplazione della crescita e del paradosso del vivere ha fatto da contrappeso alla sua carriera istituzionale. Il suo lavoro si concentra sulla trasformazione e lo svelamento dei diversi aspetti di un volto, della condizione umana e del subconscio. Una sorta di eco dell’universale ricerca dell’uomo del senso dell’esistenza e della pace interiore.

Nata a Belgrado. Ha completato il suo master in finanza a Milano. Ha studiato pittura con Eigil Nordstrom, Ewa Gargulinska e Mirjana Jokanović. Utilizza diverse tecniche a seconda del soggetto e dell’umore: va dai disegni a penna e pittura (grafica) fino all’utilizzo dell’olio e della fotografia. Ha esposto i suoi lavori a Belgrado, Inghilterra, New York, Stoccolma, Budapest e ha realizzato copertine di tre libri.

Le sue poesie sono apparse sulla rivista letteraria “Kvaka”, ed è di recente pubblicazione la sua raccolta di poesie “Crescere nell’era della paralisi” per Poetikum in Serbia.

Vive e lavora tra Belgrado e Londra.

Naturalmente

Mostra personale di

Cinzia Ruzzetti

Questa serie è nata da un’irrequietezza interiore, appesantita dal clima del periodo primaverile passato.
La pittura è anche terapia quindi come processo curativo ho cercato di dipingere l’essenziale, anche a livello cromatico, purificare l’anima tralasciando il superfluo, un reale solo percepito, fondi evanescenti, lasciando al colore la libertà in un figurativo diverso. Piante selvatiche belle e resistenti alle intemperie, natura spontanea.
Su questa stessa scia, ispirata da una serie-documentario sull’oceano e la vita che c’è lì sotto, ho cercato di raccontare, attraverso la differenza cromatica e materica: la fluidità, la profondità, l’impalpabile e la vita vibrante del fondale marino, abitato, tra tanti, da polipi e meduse.
Fedeli compagni, la spatola e l’olio, ho man mano aggiunto per arrivare al risultato, colori all’acqua liquidi e pigmenti in polvere.

Giustapposizioni Urbane

dal 13 Febbraio al 14 Marzo

“Giustapposizioni Urbane”di Luca Carrazza

Il progetto fotografico GIUSTAPPOSIZIONI URBANE di Luca Carrazza racconta la strada, la realtà urbana che, nel suo continuo divenire, dà vita a situazioni inusuali, straordinarie, del tutto irripetibili, quasi estranee dalla realtà immanente eppure ad essa strettamente legate.
In che modo si applica il concetto di giustapposizione in fotografia? Due immagini, apparentemente avulse, se associate, possono veicolare un concetto, un pensiero, un’idea che stravolge completamente il loro primitivo e individuale significato. La giustapposizione trae beneficio dal no-sense, dall’ironia e ha a che fare con l’umorismo, ma non necessariamente. L’accostamento improbabile, nella sua assurdità, suscita curiosità nell’osservatore e lo invita a riflettere, incoraggiandolo a non percepire passivamente l’immagine. La giustapposizione invita ad un dialogo tra lo scatto e il fruitore. Non si tratta quindi di scatti “confortevoli” ma, poiché nati dalla branca del reportage fotografico, queste rappresentazioni documentano aspetti della realtà che possono sfuggire all’occhio distratto dell’uomo. L’uomo stesso è, talvolta, l’ignaro protagonista di queste istantanee di quotidianità.

Vernissage “Over the Pop”

S a b a t o 18 Maggio__o r e 1 9.0 0

____In a u g u r a z i o n e ____
____OVER THE POP____
Opere di Sasha Torrisi

I gesti e gli oggetti di ogni giorno, diventano icone POP e ci mostrano la loro forma invitando l’osservatore a coglierne l’essenza.

A chiusura della Mostra, il 14 giugno 18:30
“Aperitivo con l’artista” ___ *Prenotazione obbligatoria

Galleria Cabaret Voltaire
Via Panisperna 87
Rione Monti – Metro Cavour
Roma
Le opere saranno in mostra fino al 14 giugno, tutti i giorni escluso il lunedì dalle ore 18.00 alle ore 1.30.

Incontro aperitivo con gli artisti

Domenica 12 Maggio alle 18:30

In occasione della mostra
“SINFONIE CROMATICHE”
di Laura Grosso e Anthony Lombardi
la Galleria Cabaret Voltaire è lieta di organizzare un

INCONTRO-APERITIVO

Parteciperanno alla conversazione la storica dell’arte Dott.ssa Angelica Gimbo, il nostro curatore Alessandro Marziano e gli artisti Laura Grosso e Anthony Lombardi

La scena dell’arte contemporanea a Roma si compone oggi di tanti e diversi linguaggi, alcuni più tradizionali, altri profondamente radicati nel tessuto artistico attuale.
Se volete conoscere da vicino questi nuovi linguaggi, le tecniche e gli artisti esposti, vi aspettiamo

Per chi volesse può continuare la conversazione con l’aperitivo a buffet e ottimi vini e birre.
————
🖼INCONTRO+ 🌮BUFFET🍲+🍷DRINK🍷
Quota di iscrizione €12,00
————

* Prenotazione obbligatoria

Galleria Cabaret Voltaire -Via Panisperna 87, Roma
Tel. 392 48 48 772

Vernissage Mostra “Sinfonie cromatiche”

Sabato 13 Aprile 19.00

Apertura della mostra di Laura Grosso e Anthony Lombardi.
I due artisti presentano il loro lavoro di Pittura ad olio più recente.
Le opere saranno in mostra fino al 10 maggio, tutti i giorni escluso il lunedì dalle ore 18.00 alle ore 1.30.

Laura Grosso è nata a Bari nel 1955 e risiede a Roma dal 1965, dove opera come pittrice. dal 1975.
Si è formata alla scuola di Alberto Ziveri, nell’Accademia di Belle Arti di Roma, dove ha conseguito il diploma in Pittura nel 1978.
Ha elaborato il suo linguaggio nella campagna toscana lavorando en-plein-air.
Ha esposto nelle città di Roma, Bari, Toulouse, Chicago, Firenze, Venezia, Hangzhou, Beit Jala, Genova, Bolzano, Berlino, Tokio.
Le sue opere sono in esposizione permanente alla Virus Art Gallery di Roma, alla BAART Gallery di Bari, nel Museo Nazionale di Hangzhou in Cina.
All’interno del suo Studio di Pittura nel quartiere di Nuovo Salario, accoglie apprendisti e pittori per trasmettere la conoscenza dell’arte della Pittura.

Anthony Lombardi è un pittore statunitense che vive e opera a Roma dal 1986.
Dopo aver conseguito il Master of Fine Arts nella City University of New York (USA) nel 1984 ha lavorato nello studio di Philip Perlstein a New York e di Bruno Ceccobelli e Maurizio Mochetti a Roma.
A Roma è stato anche assistente per le gallerie Il Ponte, Primo Piano, Pino Casagrande e Valentina Moncada.
Ha insegnato Pittura e Disegno in alcune delle Università americane in Roma.
Ha esposto nelle città di New York, Roma, Toulouse, Chicago, Firenze, Venezia, Hangzhou, Beit Jala, Berlino.
La maggior parte del suo lavoro si svolge ‘En plein air’.

Finissage “La pretesa della libertà”

-Giovedì 11 Aprile 18:30-

In occasione del finissage della mostra
“LA PRETESA DELLA LIBERTÀ”vi aspettiamo per un incontro con gli artisti esposti Giampiero Abate e Nastasya Voskoboynikova, la storica dell’arte Dott.ssa Angelica Gimbo, il nostro curatore Alessandro Marziano per parlare della scena dell’arte contemporanea a Roma, che si compone oggi di tanti e diversi linguaggi, alcuni più tradizionali, altri profondamente radicati nel tessuto artistico attuale.

Vernissage mostra di pittura: “La pretesa della libertà”

Sabato 16 Marzo ore 18.30
presso la sede dell’associazione “Cabaret Voltaire” in via Panisperna 87
Inaugurazione della mostra di pittura “la pretesa della libertà”.Dipinti di Giampiero Abate e Nastasya Voskoboynikova. I corpi che cercano di liberarsi dal supporto sul quale sono aerografati da Giampiero Abate e i nudi solitari dipinti da Nastasya Voskoboynikova, sono le due facce della stessa medaglia: un urlo e un sussurro, entrambi rivolti al mondo intero, pretendendo due tipi diversi di libertà. La libertà di poter affermare la propria presenza, il diritto stesso alla propria esistenza, nei dipinti di Giampiero Abate e quella di poter essere assente, di godere della propria intima solitudine, senza mai uno sguardo rivolto allo spettatore, in quelli di Nastasya Voskoboynikova.


Galleria Cabaret Voltaire

Via Panisperna 87 –  00184 Roma

(Rione Monti) Metro Cavour
Informazioni e prenotazioni: 392/4848772


L’associazione “Cabaret Voltaire” è  una galleria d’arte, un Cocktail and Wine Bar, un salotto, uno spazio per eventi e tanto altro.

 

Vernissage della mostra “Mutevole bellezza”

Paesaggi che diventano figure a seconda del punto di vista e ritratti di famosi musicisti che lasciano tracce polverose, saranno i protagonisti della mostra “mutevole bellezza”, delle pittrici Anna Cataldi e Olga Piashko. Un percorso fra quadri inusuali, che non si accontentano di essere guardati frontalmente per essere capiti, ma richiedono maggiore partecipazione. 
La mostra si inaugura Domenica 27 Gennaio alle ore 17 presso la galleria Cabaret Voltaire. Come prezioso cameo alla serata, Nicola Costa e la sua chitarra ci accompagneranno nel viaggio fra i quadri.

Galleria Cabaret Voltaire, Via Panisperna, 87 a Roma. Tel. 392 48 48 772